La storia-Meierhofer

costruiamo assieme a Voi le trame,e non solo, del Vostro successo


| HOME | chi siamo | dove siamo | la nostra storia | prodotti | certificazione prodotti | contatti |













La zona del Verbano, a cavallo fra il diciannovesimo e il ventesimo secolo, fu caratterizzata dall’affermarsi di un notevole sviluppo industriale nel settore meccanico, alimentare, ma soprattutto tessile. Il contributo dato dagli immigrati di terra elvetica in questo campo fu significativo e fra di loro si distinse quello del Cavalier Enrico Meierhofer, fondatore della “Ritorcitura Meierhofer”.

Nato a Weiach, Cantone di Zurigo, nel 1877, fu chiamato nel 1900 a Selasca (Ghiffa) in qualità di direttore dell’opificio Pio Molinari (già proprietà della Oetiker), nota filatura cotoniera locale. In questo stabilimento introduce migliorie ed innovazioni tecnologiche acquisite in precedenti incarichi di responsabilità svolti in madre patria (filatura “Reiter & C.” di Glattfelden, “Ryhiner & C.” di Basilea e “Bebié” di Turgi).

Non trascura l’aspetto umano, facendo costruire nella vicina Susello un comodo convitto che servirà per ospitare, per oltre cinquanta anni la manodopera del luogo e dedicandosi ad altre attività filantropiche.

Nel 1924 avvia in proprio, a Susello, un moderno opificio per la produzione di filati di cotone ritorto, in titoli medio-fini e finissimi. Partita nella sede di un’ex falegnameria, la ritorcitura man mano viene ampliata con l’introduzione di attività complementari alla stessa (aspatura e gasatura), diventando in breve una importante realtà industriale locale. Alla fine del 1943 però, conseguentemente agli eventi bellici e alla mancanza di materia prima, la produzione è sospesa per riprendere verso la fine del 1945.

Nel 1946 entra in azienda il figlio Emanuele che, già nell’anno successivo, assumerà la guida dell’azienda, data l’improvvisa morte del padre. Dagli inizi degli anni cinquanta Emanuele Meierhofer amplia più volte lo stabilimento per adattarlo alle sempre crescenti esigenze produttive, sia in termini di volume che di qualità del prodotto richiesta dal mercato. Massima attenzione è costantemente dedicata alle novità tecnologiche, con un costante rapporto di collaborazione con i propri fornitori nella messa a punto di nuovi macchinari e dispositivi innovativi per la ritorcitura (Hamel prima e Savio in seguito) e per la gasatura (Mettler), contribuendo a realizzare sugli stessi importanti migliorie.

In pochi anni lo standard qualitativo della Ritorcitura Meierhofer diventerà termine di riferimento qualitativo, a livello europeo, nel settore della produzione dei filati ritorti di cotone, nella gamma titoli fini e finissimi, destinati prevalentemente alla produzione di tessuti per camiceria di fascia alta.

Con l’ingresso in azienda di Enrico Meierhofer junior (anno 1978) e del fratello Adriano (anno 1980), l’azienda vive quindi la sua terza giovinezza, con una spinta in avanti verso un futuro di grandi speranze. I due fratelli si rendono conto che molta clientela del settore abbigliamento è alla ricerca di prodotti sempre più innovativi, che soddisfino alle richieste di nuovi aspetti, sia visivi che tattili. Grande importanza viene posta pertanto allo studio di filati nuovi e “performanti”, affiancando il proprio know how tecnico all’inventiva degli stilisti, con i quali è avviato uno stretto rapporto di collaborazione.

A cavallo del millennio viene ampliata ulteriormente l’unità produttiva, che oggi si estende su circa 7.500 mq. coperti, sostituendo il macchinario obsoleto con nuovi impianti, sia per la ritorcitura, ma soprattutto per la gasatura e riroccatura. La struttura si trasforma, gradualmente, al fine di essere in grado di soddisfare le richieste del mercato, sempre più rivolte verso la ricerca di filati innovativi, sia per composizione che per struttura, ma realizzati in tempi sempre più ridotti.

Oggi l’azienda si presenta quale punto di riferimento nella produzione di filati ritorti greggi di qualità alta, destinati alla fascia più esigente del mercato dell’abbigliamento, avendo saputo sposare abilmente il cotone con altri filati quali le lane, i lini o gli elastomeri, fino a supertecnologici filamenti quali il carbonio o l’acciaio inox AISI 316L. Con orgoglio si può affermare che, oggi, molti dei nomi più prestigiosi del tessile-abbigliamento sono, direttamente o indirettamente, nostri affezionati Clienti.